16 Il cocktail del mese di gennaio: il Bloody Mary

Che ci crediate o no il cocktail del mese di gennaio è pieno di salute. È così, infatti, che deve cominciare il nuovo anno, con i buoni propositi, quelli salutisti, e il piede giusto.

Vi proponiamo, dunque, il Bloody Mary, presentato dai nostri mentori Hervé Chayette e Alain Weill come qualcosa 'fra il mangiare e il bere, il bene e il male, gli eccessi della vigilia e la voglia di continuarli'. 
Perfetto 'per cominciare la giornata', inventato nel 1921 da Pete Petiot dell'Harry's Bar di Parigi, capace di riscuotere un enorme successo, esso è così preparato:

4,5 cl Vodka
9 cl Succo di pomodoro
1,5 cl Succo di limone
2-3 gg di salsa Worcestershire
Tabasco
Sale di sedano
Pepe
Mescolate delicatamente, versare tutti gli ingredienti nel bicchiere tumbler. Guarnire con sedano e spicchio di limone (facoltativo).

(Sappiate che il sale di sedano non è approvato dai Nostri).

Giova ricordare che il nome è stato preso da Maria I Tudor, figlia di Enrico VIII e di Caterina di Aragona, regina d'Inghilterra e d'Irlanda dal 1553 alla morte, avvenuta nel 1558. Cattolica, poco incline alla trattativa, fece giustiziare un bel numero di oppositori. 

Oltre all'immagine dell'indimenticata sovrana (tale anche grazie al nostro cocktail), vi proponiamo una delle tantissime interpretazioni che troviamo su Tumblr del tema del sangue, cosa che la dice lunga sulla qualità degli stati d'animo di tanti giovanissimi: romantici, vampireschi, speriamo sanguinari solo per riflesso, ci auguriamo appassionati di cocktail.

 

Al primo posto l'interpretazione del Bloody Mary del nostro Visual Designer Lorenzo Rocco 

 

 

Il Bloody Mary secondo Lorenzo Rocco

Maria la Sanguinaria (1516-1558)

Immagine postata e rebloggata in Tumblr